I momenti migliori e peggiori dell'84a edizione degli Academy Awards

di

Dopo la deludente edizione degli Oscar del 2011 condotta da James Franco e Anne Hathaway, in molti speravano a un miglioramento nella conduzione di quest'anno quando è stato scelto come nuovo conduttore Eddie Murphy, sostituito poi in corsa da Billy Cristal, un veterano degli Oscar. Il risultato però non è stato all'altezza delle aspettative.

Ma cominciamo dall'inizio, ovvero dalla censura dalla diretta dal red carpet di Sacha Baron Cohen. A seconda di dove avete seguito la sfilata sul tappeto rosso vi potreste essere chiesti che fine aveva fatto il protagonista di The Dictator che ha fatto tanto parlare di sé in questi giorni per la sua possibile presenza sul red carpet nei panni dell'ammiraglio Aladeen.
Se invece avete seguito la diretta da canali come E! Entertainment non vi siete persi le scene in cui l'attore ha sparso sul tappeto rosso le finte ceneri del dittatore della Korea del Nord, Kim Jong-il, contenute in un urna dorata, e poi 'per errore' sullo smoking del povero Ryan Seacrest. Aladeen stava rispettando i desideri di Kim Jon-il che voleva che le sue ceneri fossero state sparse sul tappeto rosso e sul petto di Halle Berry. Dopo questa mossa a Cohen è stato chiesto di lasciare il red carpet ma le guardie del corpo hanno permesso all'attore di fermarsi per farsi fotografare dalla stampa. Lo sketch ha certamente contribuito a aumentare l'hype per il film di Cohen ma alla fin fine non è stato nulla particolarmente divertente.
Passiamo al programma vero e proprio, la conduzione della serata è stata alquanto altalenante. La serata è partita bene con il numero di apertura in cui sono stati ricordati i film in gara quest'anno, il video però ha creato qualche agitazione su twitter durante la scena ispirata a Midnight in Paris interpretata con Justin Beiber, qui Crystal ha imitato Sammy Davis Jr., un personaggio che risale ai tempi della sua partecipazione al Saturday Night Live. Alcuni internauti si sono offesi dal "travestimento" del presentatore in un uomo di colore, ma diciamolo, è assurdo offendersi per una tale imitazione. Il problema con la conduzione di Crystal è che molto spesso l'attore è ricorso a battute o a sketch di repertorio piuttosto che rinnovare completamente il pacchetto delle sue battute. L'inserire nuovamente la canzoncina sui nove film nominati, anche se simpatica, non è servita a svecchiare una serie di battute che spesso facevano solo arricciare le labbra. Proprio per questo motivo gli sketch di Chris Rock, Emma Stone con Ben Stiller, quello del cast di Le amiche della sposa e quello del gruppo di comici (Catherine O'Hara, Bob Balaban, Fred Willard) capitanati da Christopher Guest che hanno ricreato un focus group in cui veniva discusso Il mago di Oz, sono stati delle boccate di aria fresca, in una conduzione che ha rischiato di essere troppo banale. Questo non vuol dire che tutti i vecchi sketch di Crystal erano da buttare via, quando ha fatto il gioco in cui 'leggeva la mente' delle persona sedute in sala, è stato molto divertente, sopratutto quando ha spostato l'attenzione su Martin Scorsese.
Negli ultimi anni ci siamo abituati a dei momenti dedicati alla memoria dei film di genere come l'horror, il musical... quest'anno invece sono state realizzate delle brevi clip in cui i membri dell'Academy hanno ricordato qual'è stato il loro film preferito, il loro primo film... alternate da un montaggio senza senso su probabilmente diverse scene di film famosi, e l'annuale appuntamento in memoria degli artisti morti quest'anno. Purtroppo questo momento, forse ormai più un dovere che un occasione per ricordare chi ci ha lasciati è stato un ulteriore punto di collasso della serata e 'What a wonderful world' di Esperanza Spalding ha contribuito a renderlo ancora più deprimente. Lo spettacolo del Cirque du Soleil, alla fine non ha centrato minimamente con il resto della serata, al suo posto avremmo potuto vedere i Muppet fare qualcuno dei loro sketch, avrebbe avuto più senso.
Alcuni avranno da ridire con tutte queste critiche sulla conduzione di Crystal ma se il programma fosse stato così divertente su twitter non avrebbe spopolato gli account su @JlosNipple, dimostratosi poi una bufala (i capezzoli della Lopez non sono stati avvistati sul palco) e @AngiesRightLeg che ha provocato l'imitazione della posa della Jolie da parte dei vincitori del premio per la miglior sceneggaitura non originale.
Pochi i discorsi da ricordare quest'anno e fra questi non si possono dimenticare quelli di Octavia Spencer e Christopher Plummer.

Quanto è interessante?
0