I Metallica si autoproducono in un film 3D

di

Nel 1996 la loro musica era stata la colonna sonora del crudo docufilm diretto da Joe Berlinger e Bruce Sinofsky dal titolo Paradise Lost, che raccontava la storia di tre adolescenti amanti dell'heavy metal accusati dell'omicidio (a sfondo sessuale) di tre bambini di 8 anni, e la cosa aveva fatto scalpore.

Alcuni anni dopo, sempre sotto la direzione di Berlinger e Sinofsky, i Metallica sono apparsi in un altro documentario, Metallica: Some Kind of Monster, che mostra il gruppo ad un passo dallo scioglimento prima della pubblicazione di St. Anger.
Adesso, a pochi giorni dalla pubblicazione dell'album Lulu, nato dalla collaborazione con Lou Reed, James Hetfield e compagni ingaggiano la produttrice Charlotte Huggins (Viaggio al centro della terra) per realizzare un film 3D in "stile Metallica", autofinanziato dalla band. Non si conoscono ulteriori dettagli, ma è già partita la caccia al regista.
Che ne pensate? Un modo per celebrare la loro straordinaria carriera? Un sequel di Some Kind of Monster? Una mera operazione di marketing che poteva anche essere evitata da una band che ha già avuto tutto?

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
0
I Metallica si autoproducono in un film 3D