House of Gucci, lo sceneggiatore racconta il finale: "Come se fosse una doppia morte"

House of Gucci, lo sceneggiatore racconta il finale: 'Come se fosse una doppia morte'
di

In attesa che esca anche in Italia House Gucci, abbiamo già alcune reazioni da oltreoceano, come la recensione di Tom Ford. Il biopic diretto da Ridley Scott è incentrato sull'omicidio dell'imprenditore Maurizio Gucci, e il co-sceneggiatore Robert Bentivegna ha voluto raccontare il significato metaforico della scena topica del film.

In House of Gucci, infatti, la scena dell'omicidio è rappresentata con un montaggio alternato tra la sequenza in cui Patrizia Reggiani (Lady Gaga), riconosciuta come mandante dell'omicidio, si immerge in una vasca da bagno, e quella in cui i due sicari raggiungono Maurizio (Adam Driver) e lo uccidono.

"Pensavo che fosse una sola morte, ma in realtà sono due morti" ha raccontato Robert Bentivegna a Entertainment Weekly. "Quando Patrizia sa che Maurizio sta per morire, penso che muoia un po' dentro anche lei. L'ho sempre immaginato come un incrocio tra quei due momenti: Maurizio assassinato e Patrizia nella vasca da bagno, che si rende conto di cosa ha fatto e di non poter tornare indietro."

In attesa di scoprire se ci saranno director's cut di House of Gucci, il film arriverà nei cinema italiani il prossimo 16 dicembre. Lo sceneggiatore ha anche apprezzato la scelta di Ridley Scott di una colonna sonora soft, fatta di delicati brani strumentali, mentre Gucci sorseggia un caffè poco prima di essere assassinato. Poco dopo la morte di Maurizio, invece, Patrizia scrive sul diario (in italiano) la parola "paradiso", che si presta a una duplice interpretazione: l'ascesa al cielo dell'anima del suo ex marito, o lo stato di pace e tranquillità raggiunto dalla stessa Patrizia dopo che il delitto è compiuto.

Quanto è interessante?
3