C'era una volta a Hollywood: il motivo dell'assenza a Cannes

C'era una volta a Hollywood: il motivo dell'assenza a Cannes
di

Come annunciato questa mattina sarà la commedia horror di Jim Jarmusch The Dead Do not Die ad aprire il festival di Cannes 2019. L’atteso Once Upon a Time in Hollywood di Quentin Tarantino, invece, non è ancora pronto.

Il direttore del festival Thierry Fremaux ha spiegato così l’esclusione dell’ultima fatica di Tarantino, pur avendo visionato la maggior parte del film e augurandogli il meglio.

"È un peccato” ha commentato Fremaux. “Il film era stato annunciato prematuramente e tutti i media hanno inseguito la notizia. Speravamo di ricevere buone notizie, ma il film non è riuscito a rispettare la scadenza per la selezione. Lavorando in 35mm, la post-produzione è più lunga” ha aggiunto, spiegando che il montaggio non è ancora stato completato. In ogni caso, il direttore di Cannes si aspetta qualcosa di fantastico, a giudicare da ciò che ha potuto vedere, e ha sottolineato l’importanza per un regista di prendersi tutto il tempo necessario per fare un buon film.

Fremaux ha parlato poi anche di Netflix, rivelando di essere stato incoraggiato anche da Steven Spielberg e Jean-Luc Godard a continuare con la sua politica di non accogliere in concorso i film prodotti dal colosso dello streaming senza una uscita nelle sale cinematografiche francesi. Ha osservato, infine, che il panorama sarà di nuovo stravolto entro 4-5 anni grazie all'avvento di nuove piattaforme come Disney+.

Chi non l'ha ancora vista può dare un'occhiata alla line-up ufficiale del festival, durante il quale Alain Delon sarà premiato con la Palma d'Oro alla carriera.

Quanto è interessante?
8