Henry Cavill e la pressione su Superman: "Frustrante leggere quelle fake news"

Henry Cavill e la pressione su Superman: 'Frustrante leggere quelle fake news'
di

Già all'indomani dell'uscita di Justice League al cinema con i pareri della critica sconfortanti e i non altrettanto buoni incassi al box-office, sembrava che la Warner volesse mettere da parte definitivamente il Superman di Henry Cavill per procedere eventualmente a un recasting e a nuove avventure sul personaggio.

E' stato solo con l'annuncio della Snyder Cut che Cavill ha finalmente detto la sua sia sulla questione del film che sulle sue prossime partecipazioni al DC Extended Universe nei panni de L'uomo d'acciaio. Tuttavia, Cavill ha raccontato nel corso del podcast organizzato da Variety della pressione che sentiva quando alcune fake news venivano diffuse in rete circa il suo ruolo e il suo futuro come Superman. L'attore avrebbe voluto fortemente rispondere a quelle falsità e aveva perfino pensato di farlo in maniera anonima.

"Non mentirò, sono stato tentato. Ma è qualcosa che sentivo come profondamente immorale. Quando si tratta di Superman e io sono l'attore che lo rappresenta, sembra proprio la cosa sbagliata da fare. Lascerò che proseguano con queste storie, perché al momento non farei alcuna differenza. Che importa? Un giorno le persone conosceranno la verità, e se non la sanno adesso non è un problema".

Cavill in precedenza aveva accennato alla responsabilità di ricoprire un ruolo così importante non solo per i ragazzini di tutto il mondo: "Sono sempre stato un fan di Superman. Quando interpreti un personaggio simile, il mantello ti resta addosso anche fuori dal set e diventa parte della tua rappresentazione pubblica. Quando incontri i bambini, loro non ti vedono necessariamente come Henry Cavill ma sanno che sei Superman, e da questo ne deriva una certa responsabilità. Perché è un personaggio davvero meraviglioso, ed è in realtà una responsabilità che sono felice di accollarmi, tanto da sperare di continuare a interpretare Superman ancora a lungo negli anni a venire".

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
2