Henry Cavill parla delle riprese aggiuntive di Justice League, del marketing e le critiche

di

Probabilmente Justice League è ricordato per essere uno dei film più divisivi degli ultimi mesi. Molti fan ancora attendono - senza successo - una Snyder Cut, mentre altri difendono il montaggio finale del film.

A mesi dalla release nei cinema, Henry Cavill (Superman) è tornato a parlare di Justice League, iniziando dalle riprese aggiuntive estensive e dalle critiche ricevute ai baffi rimossi via CGI: "Sono rimasto sorpreso dalle riprese aggiuntive. Quando abbiamo deciso per Mission: Impossible - Fallout di farmi crescere i baffi, non mi aspettavo quel che sarebbe poi accaduto. Non mi aspettavo di certo delle riprese aggiuntive cosi estensive per Justice League. Quando è arrivata la chiamata, ero nel bel mezzo delle riprese di un altro film e cambiare nuovamente look per una pellicola che avevamo già terminato è diventato un problema vero. Quando vedrete Mission: Impossible capirete che mettermi dei baffi finti non era una possibilità. Sfortunatamente, ci sono state molte critiche all'uscita di Justice League ma è la natura di queste cose. Non puoi vincere sempre".

Cavill ha poi criticato il marketing del film, definendolo 'ridicolo': "Penso che il marketing sia stato ridicolo e credo che chiunque lo pensi. Se sono nel tour promozionale, è ovvio che sarò nel film.".

Infine, riguardo le critiche alla pellicola, l'attore spiega: "Ci sono tante ragioni per la quale il pubblico ha risposto in quella maniera. Sono tutte lezioni imparate".

FONTE: CBM
Quanto è interessante?
4