Hellboy: ecco perché il franchise di Guillermo Del Toro ha subito un reboot

Hellboy: ecco perché il franchise di Guillermo Del Toro ha subito un reboot
di

Dopo aver parlato del problema del whitewashing, il produttore Lloyd Levin ha discusso con Collider del perché il franchise cinematografico di Hellboy creato da Guillermo Del Toro ha subito un reboot.

Queste le parole del produttore:

"Per anni, fin da quando uscì il secondo film [2008, ndr] abbiamo pensato di sviluppare un terzo capitolo, e avevamo delle idee davvero entusiasmanti. Procedere però spettava a Guillermo, però, e alla fine ha deciso che non faceva più per lui. Era concentrato su altre cose. Per noi inizialmente fare un terzo film senza Guillermo era semplicemente impensabile, eppure sapevamo di avere a disposizione una saga a fumetti lunga più di vent'anni, con dozzine di storie e personaggi da poter raccontare sul grande schermo. L'unica opportunità che avevamo era fare un reboot e ricominciare tutto dall'inizio."

Levin ha continuato: "Una volta deciso questo, i riavviarsi, abbiamo dovuto trovare le persone giuste per comporre la troupe. Abbiamo anche stabilito che il film sarebbe stato Rated-R, per avvicinarlo ancora di più alle atmosfere dei fumetti. E anche se del Toro non era più coinvolto, è riuscito ad incontrare il suo successore Neil Marshall. Io stesso volevo che fosse d'accordo con ciò che stavamo facendo, e Guillermo si è detto molto entusiasta."

Vi ricordiamo che il film arriverà in Italia dal prossimo 11 aprile, in anteprima mondiale. Nell'attesa, vi rimandiamo al nuovo trailer ufficiale di Hellboy.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
4