Harvey Weinstein si dichiara "non colpevole di aggressione sessuale" in tribunale

di

Il 25 maggio Harvey Weinstein era stato arrestato per le accuse mosse contro di lui da due donne di New York, ma pagata la super-cauzione di 10 milioni di dollari l'ex-produttore di Hollywood è tornato in tribunale oggi per dichiararsi "non colpevole di aggressione sessuale".

A riportare la notizia è il New York Times. La scorsa settimana un gran giurì aveva incriminato l'uomo di 66 anni di due capi d'imputazione: stupro di primo e terzo grado e aggressione sessuale di primo grado. Dopo l'arresto e il pagamento della cauzione, comunque, la dichiarazione di non colpevolezza era del tutto attesa.

Tramite il suo avvocato, così, l'ex-produttore ha negato con fermezza di aver costretto una dozzina di donne ad aver avere rapporti sessuali con lui, le stesse che poi lo hanno pubblicamente denunciato (ma non tutte anche legalmente). L'avvocato di Weinstein, Benjamin Brafman, ha anche dichiarato che i rapporti descritti negli atti d'accusa sarebbero stati addirittura consensuali.

Più di 80 donne, incluse le attrice Rose McGowan e Ashley Judd, hanno raccontato storie molto simili su Weinstein e i suoi comportamenti da presunto predatore sessuale, ma fino alla scorsa settimana tutto questo non aveva condotto a implicazioni penali. Al momento, comunque, gli investigatori continuano a cercare nuove testimonianze, mentre i pubblici ministeri continuano a scavare nei libri della ex compagnia di Harvey Weinstein, alla ricerca di prova di crimini finanziari.

FONTE: NYT
Quanto è interessante?
5