Harvey Weinstein risponde a Rose McGowan citando una presunta email di Ben Affleck

di

L’ex mogul di Hollywood ha scelto di affidarsi ad una nota resa pubblica dal suo avvocato per difendersi dalle accuse mosse dall’attrice Rose McGowan. In allegato anche la supposta email, inviata dal premio Oscar Ben Affleck la scorsa estate ad Harvey Weinstein, in cui l’attore negherebbe le accuse della donna.

Nel suo libro di recente pubblicazione, Brave, la McGowan sostiene di essere stata violentata da Weinstein durante il Sundance Film Festival nel 1997. Nelle pagine si legge che l’attrice avrebbe confessato il tragico evento al collega Ben Affleck, ma stando a quanto riportato da Weinstein l’attore non sarebbe mai stato a conoscenza dell’accaduto. A supporto della tesi del produttore statunitense ci sarebbero presumibilmente due email, la prima inviata dall’ex manager dell’attrice, Jill Messick (divenuta nel tempo produttrice esecutiva per la Weinstein Company), e la seconda spedita dallo stesso Affleck lo scorso 26 luglio, prima dunque che lo scandalo scoppiasse sulle pagine del New York Times.

Qui di seguito il comunicato diffuso dal difensore:

In linea generale Harvey Weinstein e i suoi legali si sono astenuti dal controbattere pubblicamente alle accuse di molestie sessuali mosse da alcune donne contro il signor Weinstein, nonostante la mole di prove che dimostrerebbe la falsità architettata di queste affermazioni. Guardando la ‘performance’ di Rose McGowan intenta a promuove il suo nuovo libro ovunque, è diventato impossibile rimanere in silenzio mentre prosegue nel tentativo di diffamare il signor Weinstein con un’ardita bugia che è negata non solo dal signor Weinstein in persona ma anche da almeno due testimoni, tra cui la stessa manager che seguiva la McGowan in quel tempo e l’attore Ben Affleck. Con entrambi l’attrice afferma di essersi confidata nei giorni successivi a quelli che lei ora definisce come ‘stupro’ ma che in realtà aveva descritto nel 1997 alla sua manager come un rapporto sessuale consenziente”.

La prova cui l’avvocato di Weinstein farebbe riferimento avrebbe a che fare con una email inviata da Affleck il cui contenuto è riportato dal sito Just Jared:

Non ho mai visto Rose in nessuno hotel al Sundance. Non mi ha mai detto nulla o nemmeno ho potuto dedurre che sia stata aggredita da qualcuno. Ogni altra relazione contraria è falsa. Non ho alcuna conoscenza di ciò che Rose ha fatto o dichiara di aver fatto. Affermazioni diverse da queste sono bugie”.

Nessun commento in riferimento a questa presunta email è stato diramato dall’attore che lo scorso 17 novembre ha dichiarato durante una puntata del Today Show di credere alle parole della McGowan e di esserle accanto in questo momento.

L’attrice Rose McGowan, invece, ha poco fa risposto al comunicato del difensore del produttore attraverso un tweet che vi riportiamo qui in calce alla notizia.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
1