Harry Potter e la Pietra Filosofale: perché la figlia del regista non parla mai nel film?

Harry Potter e la Pietra Filosofale: perché la figlia del regista non parla mai nel film?
di

Per i festeggiamenti del ventesimo anniversario di Harry Potter e la Pietra Filosofale, il regista Chris Columbus sta rilasciando una serie di interviste promozionali nelle quali svela alcuni retroscena inediti nel film, l'ultimo dei quali riguarda il casting di sua figlia.

La figlia del regista infatti compare in Harry Potter e la Pietra Filosofale in diverse scene, spesso insieme ad Hermione di Emma Watson, eppure non parla neanche una volta: come mai? Lo ha rivelato Chris Columbus. "La prima volta che ho parlato con JK Rowling, quando stavamo preparando il film, le spiegai la mia idea generale e le illustrai che aspetto avrebbe avuto la produzione. Lei ne fu entusiasta, e capii immediatamente che eravamo sulla stessa lunghezza d'onda. Parlammo anche del fatto che il cast avrebbe dovuto avere solo attori britannici, eppure feci uno strappo alla regola. Mia figlia è nel film. Interpreta Susan Bones. Aveva 11 anni all'epoca. Per rispettare l'accordo sul cast britannico, non le ho fatto pronunciare neanche una battuta! Non è britannica, quindi in un certo senso siamo rimasti fedeli alla decisione originale".

I fan della serie di libri ricorderanno che Susan Bones era una compagna di classe di Harry Potter e apparteneva ai Grifondoro. Susan è un membro della famosa famiglia di maghi Bones, che aveva forti legami con il Ministero della Magia. La figlia di Columbus, Eleonora, ha interpretato il personaggio sia in Harry Potter e la pietra filosofale (2001) che in Harry Potter e la camera dei segreti (2002), tuttavia il personaggio di Susan Bones non è apparso nei restanti sei film.

Vi ricordiamo che Harry Potter e la pietra filosofale torna al cinema in Italia: scoprite le date e tutto quello che c'è da sapere.

FONTE: AV Club
Quanto è interessante?
2