Harry Potter, Daniel Radcliffe rimarca l'importanza di Alfonso Cuarón per la saga

Harry Potter, Daniel Radcliffe rimarca l'importanza di Alfonso Cuarón per la saga
di

L'interprete di Harry Potter Daniel Radcliffe ricorda l'impatto che la scelta di ingaggiare Alfonso Cuarón come regista del terzo film ebbe sulla popolare saga.

Questo è il momento di Animali Fantastici: I Segreti di Silente, è vero, ma non è mail momento sbagliato per parlare di Harry Potter, anche quando il protagonista non è lui.

Specialmente se l'argomento riguarda un regista che è stato fondamentale nel dare forma e direzione non solo alla saga di Harry Potter, ma anche a quella prequel. E a raccontarcelo è lo stesso interprete di Harry Potter Daniel Radcliffe.

"Ricordo il momento in cui Chris, durante il secondo film, si avvicinò a noi e ci disse che non avrebbe diretto più film di Harry Potter. Ci venne a parlare al riguardo" esordisce infatti ai microfoni di Empire "Ricordo che la nostra reazione fu 'Whoa, e adesso cosa succederà?'".

"Quel che è successo poi è che hanno chiamato Alfonso Cuarón per dirigere il terzo film. E vista adesso, una scelta del genere secondo gli standard del cinema moderno sembra davvero intelligente e ben pensata. Ma forse ci dimentichiamo come all'epoca prendere il tipo che aveva appena diretto Y Tu Mamá También potesse sembrare completamente fuori dagli schemi" spiega Radcliffe, che poi aggiunge "Ma fu una di quelle decisioni che il nostro produttore David Heyman prese [sapendo che] avrebbe rivoluzionato l'intera saga, e ci ha permesso di muoversi in una direzione più adulta e dark".

E voi, siete d'accordo? Cosa ne pensate del terzo film di Harry Potter, il Prigioniero di Azkaban? Fateci sapere nei commenti.

FONTE: Empire
Quanto è interessante?
4