Hammamet, ma non solo: ecco tutte le incredibili trasformazioni di Pierfrancesco Favino

Hammamet, ma non solo: ecco tutte le incredibili trasformazioni di Pierfrancesco Favino
di

'Una volta c'erano i ruoli per gli attori, adesso li fa tutti Favino' sentenziava abbattuto Nando Martellone in un leggendario episodio di Boris: ma si tratta di un luogo comune o di una semplice constatazione della realtà? Per scoprirlo, non ci resta che analizzare nella maniera più scrupolosa possibile la filmografia dell'attore di Hammamet.

Nella ricerca delle più incredibili trasformazioni del nostro Pierfrancesco non si può non partire proprio dal già citato film sull'esilio di Bettino Craxi, valso tra l'altro all'attore un Nastro d'Argento come Miglior attore protagonista e una candidatura per la stessa categoria agli ultimi David di Donatello.

Meno conosciuta ma altrettanto efficace è la trasformazione a cui il nostro si sottopose per Senza Nessuna Pietà, film di Michele Alhaique nel quale lo troviamo ingrassato e ingrossato (e anche qui Martellone ci aveva visto giusto); va inoltre sicuramente ricordata anche la partecipazione di Favino a Rush di Ron Howard, nel quale lo troviamo, con tanti di baffi e tuta da pilota, nei panni di Clay Regazzoni.

Non una trasformazione fisica, bensì psicologica quella a cui assistiamo invece in Moglie e Marito, con l'attore di Romanzo Criminale ad interpretare una donna finita nel corpo del marito: assolutamente degna di nota la classe con cui lo vediamo sfoggiare borsetta e tacchi a spillo! Chiudiamo con una performance che non tutti ricorderanno: Favino prese infatti parte anche a Una Notte al Museo nel ruolo della statua di Cristoforo Colombo! Quale di queste interpretazioni avete maggiormente apprezzato? Fatecelo sapere nei commenti! Qui, intanto, trovate la nostra recensione di Hammamet.

Quanto è interessante?
1