Guardiani della Galassia, Dancing in the Moonlight è nella soundtrack? La risposta di Gunn

Guardiani della Galassia, Dancing in the Moonlight è nella soundtrack? La risposta di Gunn
di

Guardiani della Galassia 3 supererà le aspettative dei fan, parola di James Gunn. Il regista si è divertito spesso a dare informazioni sul sequel del volume 2, e adesso racconta qualcosa sulla soundtrack del nuovo film. Se ricordate, nei primi due Peter Quill ascoltava i mixtape fatti da sua madre, ma adesso ha un nuovo dispositivo, Zune.

A regalarglielo è stato Yondu alla fine dello scorso capitolo, e sembra che questo player possa contenere ben trecento brani. Sicuramente una quantità di musica che dà molte possibilità al regista del film, che ha detto a Billboard che ciò che sentiremo sarà molto diverso dalle canzoni scelte dalla mamma di Peter.

Considerando che la maggior parte della musica di Guardiani della Galassia era rock e soul anni '70, potremmo aspettarci di tutto dal nuovo Zune. Sembra però che Gunn abbia le idee chiare su almeno una cosa. "Qual è la canzone o artista/genere musicale che NON vuoi nei tuoi film che chiunque continua a richiedere", ha domandato un fan. "Un sacco di persone mi hanno detto che vogliono 'Dancing in the Moonlight' in un film dei Guardiani e mi sembra una scelta banale, quindi non ci sarà", ha risposto Gunn.

In verità il regista ha ammesso di aver scelto tutta la soundtrack lo scorso Maggio, ma che non può rivelare ancora molto. Solo che come è già capitato in passato, alcune delle canzoni nel film potrebbero non essere nello stesso ordine della pellicola nella soundtrack. "Penso che sia perché l'ordine in cui si trovano nel film è diverso dall'ordine in cui funzionano bene" ha spiegato semplicemente.

Adesso, i fan, si aspettano tanto da questo capitolo. Dopotutto in principio Gunn voleva un budget di 500 milioni, con cui sicuramente aveva in mente di fare grandi cose.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2