Guardiani della Galassia Vol. 2: James Gunn svela che Baby Groot danzerà ancora

di

Se chiedete a qualcuno dei Guardiani della Galassia, allora ci si può aspettare che costui sappia almeno una cosa del film: c’è un albero che balla. Probabilmente non conosce il nome dell’alberello, ma anche il più occasionale dei fan saprà che il blockbuster intergalattico aveva una scena con Baby Groot intento a danzare nel suo vaso.

Questa estate, arriverà al cinema il sequel di Guardiani della Galassia, e Baby Groot non poteva certo mancare. Il per ora piccolo alieno sarà solo un po' più vecchio, come si è visto nei trailer, che mostrano Groot correre sulle proprie gambe. Così, i fan si chiedono se il personaggio si troverà a ballare qualche nuova musica nel secondo film.

E, secondo il regista del film, sembra che Baby Groot avrà qualche nuova mossa da mostrare ai fan. Durante un’intervista con Fandango, a James Gunn sono state chieste anticipazioni sul ruolo di Baby Groot nel nuovo film dei Guardiani, e se i fan potranno vedere un altro ballo. Ecco quello che il regista aveva da dire: "Vedremo danzare un pochino Baby Groot all’inizio, ma avrà sicuramente i suoi problemi e tribolazioni nel film. Non sarà facile essere Baby Groot." Baby Groot avrà quindi ancora voglia di ballare, anche se non starà più nel vaso.

È stato inoltre chiesto a Gunn se si cela sempre lui dietro la danza di Groot, e il regista ha ammesso di sì. Gunn ha spiegato che il sequel è stato molto più difficile da questo punto di vista perché i passi di danza di Groot erano diventati un fenomeno mondiale. "Faccio ancora io tutti i balli di Groot nel film, in un modo molto più grande. Questa volta ho dovuto ballare un giorno intero per far danzare Groot. L'ultima volta mi è bastato essere di fronte a un iPhone, ma questa volta ero io a danzare in un enorme teatro di posa, ripreso da cinque diverse angolazioni." Proseguendo, James Gunn ha scherzato: "Faccio io tutte le mie coreografie per Baby Groot. Sono un one-man band quando si tratta di far ballare Baby Groot."

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1