Marvel

Guardiani della Galassia Vol. 2, James Gunn: "È un film autobiografico"

di

Uscito ormai nelle sale da più di due mesi, Guardiani della Galassia Vol. 2 si prepara a sbarcare nei negozi in home-video, e durante un'intervista ai microfoni di Variety Asia il regista James Gunn è tornato a discutere del film.

Parlando così del secondo capitolo del franchise, Gunn ha rivelato come una delle influenze maggiori del film sia stata proprio la sua vita, il che potrebbe sembrare ovvio dato che il regista figura anche come sceneggiatore del progetto, ma lui chiama il cinecomic proprio "autobiografico".

Queste le sue parole, riferendosi al personaggio di Rocket Raccoon (Bradley Cooper): «Rocket sono assolutamente io, un emarginato e un dimenticato. Parte del film ha un suo equilibrio, perché è comunque una macchina gigante che deve funzionare, ma un'altra è molto personale perché si tratta dei personaggi. L'intero bilanciamento è su di un piano logico ed emotivo».

Gunn ha parlato infine del cinema orientale: «Mi sono molto ispirato a Hong Kong anche, dove tutto può succedere in qualsiasi momento. Johnnie Too, John Woo e Ringo Lam mi hanno fatto innamorare del cinema anche più di quanto lo fossi precedentemente».

Forse è per questo che il regista ha un forte legame con il franchise: per la capacità di relazionarsi ai personaggi da lui caratterizzati per il grande schermo e renderli così più reali ed empatici.

FONTE: VarieyAsia
Quanto è interessante?
5