Deadpool 2, guai per la Fox: la stuntman che perse la vita non fu adeguatamente protetta

Deadpool 2, guai per la Fox: la stuntman che perse la vita non fu adeguatamente protetta
di

Un'indagine sull'incidente in moto che ha ucciso una stuntman durante le riprese di Deadpool 2 ha rivelato che la 20th Century Fox commise diverse violazioni del codice di sicurezza, contribuendo difatti alla tragedia.

Il 14 agosto 2017, la motociclista acrobatica Joi Harris è morta mentre eseguiva un'acrobazia per le riprese del film con Ryan Reynolds, che si stavano svolgendo a Vancouver. Lo stunt comportava la guida di una motocicletta Ducati ad alta potenza da 900 cc lungo una rampa di scale, ma la Harris perse perso il controllo della moto e schiantandosi contro la parete di un edificio.

Il rapporto dell'indagine, che è stato pubblicato mercoledì da WorkSafe BC, afferma che la produzione ha commesso numerosi errori di sicurezza, incluso il non creare barriere che avrebbero impedito a Harris di colpire l'edificio. Incredibile a dirsi, pare addirittura che la stuntman fosse sprovvista di casco.

Il rapporto sostiene inoltre che la 20th Century Fox non ha valutato correttamente i rischi della ripresa e che la Harris, una motociclista professionista alla sua prima esperienza cinematografica, non è stata preparata a sufficienza. La WorkSafe BC è pronta ad emettere una sanzione amministrativa contro la Fox per le sue violazioni del codice di sicurezza.

Un portavoce della Fox ha dichiarato che lo studio contesta alcuni aspetti del rapporto WorkSafe e ha osservato che, a seguito della morte della Harris, ha già rivisto e migliorato i suoi standard di sicurezza sui set. "La sicurezza è la nostra massima priorità e, sebbene ci troviamo rispettosamente in disaccordo con alcune delle conclusioni del rapporto, Fox ha esaminato a fondo i suoi protocolli di sicurezza acrobatica immediatamente dopo il tragico incidente e ha rivisto e implementato procedure di sicurezza migliorate", ha detto il portavoce in una nota. F

Fox ha raggiunto un accordo stragiudiziale con la famiglia di Harris lo scorso aprile.

Per altre notizie vi rimandiamo al trailer di Six Underground e ad una recente diatriba fra la stunt Olivia Jackson e Resident Evil, sul cui set si sarebbe verificato un altro incidente sempre legato ad una sequenza in moto. La Jackson ha citato in giudizio la produzione.

FONTE: The Wrap
Quanto è interessante?
4