I Goonies, tre attori promettono che "un giorno" il sequel si farà

I Goonies, tre attori promettono che 'un giorno' il sequel si farà
INFORMAZIONI FILM
di

L’anno è il 1985 e I Goonies sbanca al botteghino per una miscela esplosiva nata dall’alchimia tra il cast e la grande macchina di produzione. Proprio tre attori del classico si sono sbilanciati su un possibile capitolo due; l’occasione è una convention canadese e tanto basta per lasciare una porta aperta ai ricordi dell’infanzia.

Richard Donner è uno dei grandi Maestri della cinematografia statunitense: suoi sono il primo capitolo di Superman (1978), il fantasy Ladyhawke (1985) e l’intera saga di Arma letale iniziata nel 1987, ma c’è un film che rimane scolpito nel cuore di chi era allora alle prime armi con le poltroncine del grande schermo: I Goonies.

Con il soggetto di Steven Spielberg e la sceneggiatura di Chris Columbus, l’avventura adolescenziale a Goon Docks si rivelò un successo strepitoso in grado di resistere al passare delle stagioni cinematografiche: la prova è l’ultima partecipazione al FAN EXPO in Canada, evento in cui si sono presentati tre attori del cast storico che hanno gettato un’esca bramata da decenni.

I nomi in questione sono quelli di Sean Astin (Il signore degli anelli), Corey Feldman (Stand by Me – Ricordo di un’estate) e Ke Huy Quan (Indiana Jones e il tempio maledetto), interpreti rispettivamente di Mikey Walsh in perenne crisi d’asma, Mouth il chiacchierone e Data, la mente del gruppo.

I tre hanno letteralmente garantito che il seguito vedrà un giorno la luce, canticchiando e divertendosi per una domanda che viene loro rivolta oramai da quasi trentacinque anni.

La questione ha poi assunto toni più composti, come suggeriscono le parole di Feldman: “Il cast de I Goonies è una vera e propria famiglia, e un giorno torneremo insieme”.

Per Quan “Ciò che rende grande il nostro legame è che certe volte siamo impegnati e non ci vediamo spesso, ma quando succede si percepisce un affetto sincero”.

Per amor di verità una dichiarazione passata di Astin aveva suggerito un altro destino per il seguito de I Goonies e Feldman aveva già rincarato la dose; dopo queste confessioni personali c’è da incrociare le dita, magari Willy l'Orbo ha ancora un forziere nascosto da svelare.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
3