God Country: il regista di Sweet Tooth dirigerà l'adattamento del graphic novel

God Country: il regista di Sweet Tooth dirigerà l'adattamento del graphic novel
INFORMAZIONI FILM
di

Secondo quanto riportato sull'Hollywood Reporter, Jim Mickle è stato ingaggiato da Legendary Pictures per occuparsi della regia dell'adattamento cinematografico di God Country, celebre graphic novel scritta da Donny Cates e illustrata da Geoff Shaw. Mickle è reduce dal consenso ottenuto con la sua serie Netflix Sweet Tooth.

Legendary Pictures si è accaparrata i diritti del graphic novel nel 2018 e da allora sta cercando di concretizzare il suo adattamento cinematografico. Ad occuparsi della sceneggiatura del film ci sarà lo stesso autore del romanzo grafico Donny Cates mentre alla produzione troveremo Lee Kramer e Jon Kramer della AfterShock Media.

God Country è la storia di Emmett Quinlan, un vecchio vedovo, affetto da demenza senile. Emmett non solo è un problema per i suoi ragazzi... i suoi scoppi di ira e violenza sono diventati difficili da gestire anche per i poliziotti locali. Quando un tornado spazza via la sua casa - cosi come la cittadina vicina di West Texas - Emmett torna, totalmente cambiato, con una spada magica che lo rende l'unico in grado di affrontare le terribili creature che hanno invaso la città...

Il fumetto originale è stato lanciato nel 2017 da Image Comics ed è stato acclamato da pubblico e critica. Il primo numero è andato soldout cosi da spingere la Image a ben quattro ristampe successive. Il progetto è il primo che vedrà impegnati Lee e Jon Kramer della AfterShock Media produrre un film che non fa parte del loro catalogo ed è il secondo progetto a cui collabora AfterShock e Legendary.

Donny Cates ha scritto numerosi fumetti oltre a God Country come Babyteeth per la AfterShock, Buzzkill per la Dark Horse e Redneck per la Image. Per la Marvel ha collaborato a Doctor Strange, Venom, Thanos e Ghost Rider.

Su queste pagine trovate la nostra recensione di Sweet Tooth, co-creata e sceneggiata da Jim Mickle.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
1