Gli Incredibili 2: Brad Bird afferma che i film d'animazione non sono solo per bambini

Gli Incredibili 2: Brad Bird afferma che i film d'animazione non sono solo per bambini
di

Il regista de Gli Incredibili 2 Brad Bird ha battibeccato con un fan sulla sua pagina Twitter sostenendo che i film d'animazione non sono in realtà dei film per bambini.

Il cineasta si è fatto un nome dirigendo alcuni dei film d'animazione più amati della storia del cinema moderno, come Il Gigante di Ferro, Gli Incredibili e Ratatouille. Dopo essersi preso qualche anno di pausa dall'animazione per dirigere alcuni film live-action (Mission Impossible: Protocollo Fantasma, Tomorrowland) è tornato al genere che l'ha reso famoso con un sequel del suo classico del 2004.

Proprio come i suoi film d'animazione del passato, anche Gli Incredibili 2 negli Stati Uniti è stato rilasciato con un PG (Parental Guidance) per le sue sequenze d'azione e "un linguaggio delicato". Mentre la prima ragione riflette qualcosa che tutti gli spettatori si aspettavano di trovare una volta in sala (del resto si parla di una famiglia di supereroi, quindi l'azione e un minimo di "violenza" era scontata) è la seconda ragione che sta causando un grande scalpore.

Molte persone pensano che il film, essendo un film d'animazione e quindi rivolto principalmente ai bambini, non dovrebbe includere un'allusione al linguaggio volgare Ma il regista non la pensa propriamente allo stesso modo.

In risposta alle lamentele sul linguaggio del film, Brad Bird ha sostenuto che il suo non è un film per bambini. Certo, è un film per famiglie che potrebbe essere visto dai bambini, ma essere un film d'animazione non lo classifica automaticamente come esplicitamente per i bambini. Trovate il suo tweet in calce alla notizia.

Inoltre (anzi, incredibilmente) Gli Incredibili 2 ha suscitato anche altre polemiche: il film è stato criticato per il suo uso di luci stroboscopiche, che potrebbero causare attacchi epilettiche agli spettatori più sensibili, senza alcun tipo di avvertenza al momento dell'acquisto del biglietto.

Nonostante queste piccole crisi mediatiche, tuttavia, il film è riuscito a mantenere un grande successo al botteghino, guadagnando quasi $647 milioni e superando il totale del film originale in poche settimane.

L'idea che un film d'animazione sia necessariamente diretto ad un pubblico infantile è ancora abbastanza diffusa nel pubblico medio: la cosa interessante è che molti altri film (Pixar inclusi, senza parlare dell'animazione fuori dagli Stati Uniti) presentano anche barzellette e temi per adulti, fino ad arrivare a trattare temi incredibilmente maturi come il suicidio, l'infertilità o la depressione.

Voi che ne pensate riguardo a questo argomento? Siete d'accordo con il regista o anche voi considerate i film d'animazione solo come intrattenimento per bambini? Fatecelo sapere nei commenti!

FONTE: Twitter
Quanto è interessante?
3