Gli animali fantastici e dove trovarli doveva essere un finto documentario

di

Dopo aver chiuso con l’ultimo film nella saga di Harry Potter, la Warner non poteva certo lasciare un intero mondo cinematografico chiuso in un cassetto, per non parlare degli incassi astronomici che sarebbero finiti lì. E allora il progetto di Gli animali fantastici e dove trovarli ha avuto inizio, ma in maniera diversa da come è oggi.

Parlando dal set del film, il produttore David Heyman ha dichiarato che l’idea originale era quella di fare un finto documentario: “Quando abbiamo finito con gli otto film, c’era entusiasmo per le nuove sfide che ci avrebbero atteso, ma anche una grande malinconia. Pensando a ciò che avremmo potuto fare, abbiamo avuto l’idea di fare un documentario su uno dei libri del mondo di Harry, ma non avremmo potuto mai farlo senza il consenso di J.K. Rowling. Quindi le abbiamo parlato e lei ci ha confessato di aver già pensato ad una cosa del genere. La sua idea originale è ovviamente cambiata nel corso dei tre anni e mezzo di lavori, ma lei sa esattamente come ogni elemento del film si connette col suo universo. Conosce la storia del protagonista Newton Scamander [Eddie Redmane]; conosce la storia della scuola dove sono andate Queenie e Tina – è tutto ben ordinato nella sua testa. Conosce le creature – la loro storia e da dove vengono. È tutto ben pianificato in qualche modo.”

Diretto da David Yates, Gli animali fantastici e dove trovarli uscirà nelle sale italiane il 17 novembre.

FONTE: ComingSoon
Quanto è interessante?
0