Il gladiatore: una modifica di Ridley Scott ha aggiunto epica al film

Il gladiatore: una modifica di Ridley Scott ha aggiunto epica al film
di

Nel corso di un'intervista a Variety, Russell Crowe ha ripercorso il periodo della lavorazione de Il gladiatore, uno dei film cult nella carriera dell'attore e del regista, Ridley Scott. Il gladiatore compie vent'anni e nonostante tutto questo tempo trascorso i protagonisti ricordano ancora quel periodo e Russell Crowe ha ricordato un aneddoto.

"Uno dei cambiamenti unici di Ridley all'inizio è stato l'inserimento di quel secondo atto, quando vedi Massimo venduto come schiavo ai margini dell'Impero Romano. Quel secondo atto conferisce a tutto il viaggio una qualità molto più epica. Questo è il modo migliore per avvicinarti alla realizzazione di un film: quando riesci a valutare ciò che stai catturando e a lavorare sui punti di forza. Si tratta di un modo molto rischioso di fare un film, però".

"Dal nostro punto di vista quei giorni sono stati fantastici" ha proseguito Crowe "Ridley ha una connessione incredibilmente intuitiva con tutti gli elementi che collegano il film. In qualche modo riesce quasi a prevedere il tempo, in un certo senso. Non c'è mai stata una giornata sprecata sul set" ha concluso l'attore.
Il gladiatore racconta le vicende del generale romano Massimo Decimo Meridio (Russell Crowe), scelto dall'imperatore Marco Aurelio (Richard Harris) come suo erede nonostante egli abbia soltanto il desiderio di tornare dalla propria famiglia. La scelta del sovrano causerà la rabbia e la gelosia dell'invidioso figlio Commodo (Joaquin Phoenix). La vita di Massimo verrà stravolta e dovrà ripartire come schiavo per vendicare la propria famiglia e affrontare Commodo. Il film vinse cinque statuette agli Oscar.
Ridley Scott e Russell Crowe hanno ricordato i tempi de Il gladiatore mentre ci sono alcune informazioni che riguardano il sequel del film di Scott, di cui si parla da diverso tempo.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
1