Ghostbusters: Legacy, Carrie Coon non era sicura di accettare: ecco il motivo

Ghostbusters: Legacy, Carrie Coon non era sicura di accettare: ecco il motivo
di

In una recente intervista rilasciata a Collider, Carrie Coon ha spiegato il motivo per cui non era sicura di accettare il ruolo nel secondo sequel del franchise, diretto da Jason Reitman. In Ghostbusters: Legacy, Coon interpreterà il ruolo della madre dei giovani protagonisti che scoprono una connessione con i famosi Acchiappafantasmi.

"Essere incastonata in un archetipo narrativo era una delle mie più grandi preoccupazioni quando mi contattarono la prima volta. Penso a Dee Wallace in E.T., una splendida attrice diventata un po' l'archetipo per le mamme nei blockbuster".
A quanto pare il coinvolgimento di Jason Reitman è risultato decisivo:"Jason appartiene ad un'altra generazione e ha scritto cose divertenti per tutto il cast ed è per questo che ho accettato il ruolo. Il mio personaggio ha una personalità, senso dell'umorismo, e sarà anche impegnata con l'azione. Come se fossi Ghostbusters, io sono cresciuta con quel film".

Ghostbusters: Legacy è il terzo film del franchise, diretto da Jason Reitman, figlio di Ivan, regista dei primi due capitoli degli anni '80. Una madre single (Carrie Coon) e i suoi due figli (Mckenna Grace e Finn Wolfhard) si trasferiscono in una nuova città e scoprono una connessione con i Ghostbusters e una misteriosa eredità lasciata dal nonno. Nel cast del film anche Paul Rudd e gli storici interpreti dei primi due capitoli: Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Annie Potts.
Su Everyeye trovate l'analisi del trailer di Ghostbusters: Legacy mentre è stato smentito il nuovo sequel del terzo film sugli Acchiappafantasmi.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
4