Ghostbusters: Legacy, Bill Murray sulle critiche: "Piangono tutti? È una grande commedia"

Ghostbusters: Legacy, Bill Murray sulle critiche: 'Piangono tutti? È una grande commedia'
di

Abbiamo sentito le ultime rivelazioni di Finn Wolfhard su Ghostbusters: Legacy, e tra pochissimo potremo vedere al cinema il nuovo capitolo del franchise. Arrivano intanto le prime reazioni di chi ha già visto il film, e uno dei protagonisti, Bill Murray, ha voluto commentarle, naturalmente a modo suo.

La star di Lost in Translation è intervenuto al Tonight Show con Jimmy Fallon, insieme ai colleghi Dan Aykroyd ed Ernie Hudson. Imbeccato sulle prime reazioni della critica, parlando di chi ha già visto in anteprima Ghostbusters: Legacy, ha detto:

"Tutti quelli che l'hanno visto dicono di aver pianto per il film, quindi dovrebbe essere una commedia di straordinario successo."

Nel sequel diretto dal figlio d'arte Jason Reitman, in cui ci sarà anche un cameo vocale di Josh Gad, Bill Murray interpreta Peter Venkman, riprendendo il ruolo per la prima volta dai tempi di Ghostbusters II, nel 1989. Nel 2016, infatti, era presente in un cameo ma in un altro ruolo, quello di Martin Heiss.

La trama di Ghostbusters: Legacy ruota intorno a una madre single che si trasferisce con i due figli in una fattoria a Sumerville, in Oklahoma, lasciata dal defunto nonno dei ragazzi. Questi ultimi, Phoebe e Trevor, iniziano a notare strani fenomeni soprannaturali e scopriranno di essere gli eredi di Egon Spengler, uno degli Acchiappafantasmi originali.

Quanto è interessante?
5