Ghost in the Shell è un flop, farà perdere almeno 60 milioni alla Paramount

di

Alla fine, Ghost in the Shell è arrivato nei cinema di tutto il mondo lo scorso week-end, finendo, però, per floppare al box-office. In madrepatria, il film con Scarlett Johansson ha incassato solo 19 milioni di dollari, un po' pochi considerando il budget (dichiarato) di 110 milioni.

Secondo le stime di Deadline, la pellicola potrebbe far perdere tra i 60 e i 100 milioni alla Paramount Pictures. Un vero e proprio 'danno', considerando che gli ultimi film dello studio - tolti rari casi come Arrival e Barriere - hanno floppato o hanno incassato troppo poco.

Il budget dichiarato di Ghost in the Shell, come vi abbiamo spiegato, è di 110 milioni, anche se molti affermano che, aggiungendo i costi di marketing, dovrebbe aggirarsi intorno ai 180 milioni.

Kyle Davies della Paramount ha parlato del flop - soprattutto in USA - del film in una nuova intervista: "Abbiamo sperato in risultati migliori al box-office USA. Penso che tutte le polemiche riguardo il casting abbiano avuto un grosso impatto sulle recensioni". Infatti, il film è stato preceduto da numerose polemiche di 'whitewashing': "è un film molto importante per i fan, essendo basato su un anime famoso. Quindi cerchi sempre di onorare il materiale di partenza ma cercando di fare una pellicola per il grande pubblico. E' una sfida, e le recensioni non hanno aiutato".

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
0