George Miller ama i film di supereroi: "Sono i nuovi miti greci, e si evolvono con noi"

George Miller ama i film di supereroi: 'Sono i nuovi miti greci, e si evolvono con noi'
di

Che cosa ne pensa George Miller dei cinecomix? Durante la conferenza stampa al Festival di Cannes dedicata al suo nuovo film Three Thousand Years of Longing, il regista di Mad Max ha rivelato il suo amore per i film di supereroi.

Hanno dimostrato di essere in grado di resistere e sicuramente continueranno a resistere nei prossimi anni. L'unica cosa di cui possiamo esser certi è che cambieranno, si trasformeranno in qualcos'altro. La Marvel e l'Universo DC rappresentano fondamentalmente le vestigia delle mitologie greca, norrena e romana. C'è un collegamento diretto con ciascuno di quei personaggi", ha detto Miller. "Stiamo attraversando un'era in cui penso che, attraverso la narrativa di immagini in movimento, stiamo ri-raccontando queste storie. Sono echi del passato, che però vengono adattati al nostro pensiero moderno, vengono reimmaginati per avere un significato per la nostra società".

Three Thousand Years of Longing è il nuovo film di George Miller a sette anni dall'acclamato e pluripremiato Mad Max: Fury Road, action post-apocalittico con Tom Hardy e Charlize Theron. Il film, un fantasy, racconta la storia di una donna dalla vita monotona che, in un mercato di Istanbul, acquista una boccetta misteriosa contenente un Djinn, una creatura magica in grado di esaudire tre desideri. Il cast è guidato da Tilda Swinton e Idris Elba, per il momento non c'è ancora una data d'uscita per il mercato italiano quindi continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Nel frattempo, diteci cosa ne pensate delle dichiarazioni di George Miller sui film di supereroi.

Quanto è interessante?
1