George Clooney: Mi offrirono 35 milioni per un giorno di lavoro, ma non ne valeva la pena

George Clooney: Mi offrirono 35 milioni per un giorno di lavoro, ma non ne valeva la pena
di

Qualche tempo fa George Clooney ha svelato che non scenderà in politica, e adesso in una nuova intervista promozionale per l'uscita del suo nuovo film The Tender Bar con Ben Affleck, la superstar ha discusso più nel particolare la sua vita privata e professionale.

Nello specifico, in un passaggio della lunga intervista concessa al Guardian in queste ore, George Clooney svela di aver rifiutato 35 milioni di dollari per un solo giorno di lavoro, perché a suo dire non ne valeva la pena. Ecco com'è andata:

"Bene, sì. Allora, una volta mi sono stati offerti 35 milioni di dollari per un giorno di lavoro. Si trattava di uno spot pubblicitario per una nota compagnia aerea. Ma ero indeciso, quindi ne ho parlato con Amal [moglie di George e celebre avvocatessa per i diritti umani, ndr] e insieme abbiamo deciso che non ne valeva la pena. Si trattava di una linea aerea associata ad un paese che, sebbene sia un alleato degli Stati Uniti, a volte gestisce le cose in maniera a dir poco discutibile, e sapevo che avrei rischiato di pentirmene. Quindi ho pensato: 'Beh, se devo perdere il sonno per colpa del rimorso, allora Amal ha ragione, non ne vale davvero la pena."

Ricordiamo che George Clooney tornerà nelle prossime settimane col suo nuovo film da regista The Tender Bar, realizzato per il servizio di streaming on demand Amazon Prime Video e con Ben Affleck protagonista. Il film godrà di una distribuzione limitata nelle sale negli Stati Uniti per poter concorrere agli Oscar 2022, per poi arrivare su Prime Video a gennaio. Per saperne di più, guardate il trailer ufficiale di The Tender Bar.

Quanto è interessante?
4