Netflix

George Clooney, le foto del nuovo film The Midnight Sky, Netflix tra Gravity e Revenant

George Clooney, le foto del nuovo film The Midnight Sky, Netflix tra Gravity e Revenant
di

Esperto di sci-fi grazie al ruolo di protagonista nel remake di Solaris di Steven Soderbergh e quello di co-protagonista in Gravity di Alfonso Cuarón, George Clooney torna nello spazio in qualità di regista con The Midnight Sky, nuovo originale Netflix con protagonista Felicity Jones.

Basato sul romanzo "Good Morning, Midnight” di Lily Brooks-Dalton, in una prima anteprima pubblicata da Vanity Fair il film viene descritto da Clooney come una sorta di mix fra Gravity e The Revenant.

Non a caso il lungometraggio, le cui riprese si sono già concluse, è stato scritto da Mark L. Smith, sceneggiatore del pluripremiato dramma-western di Alejandro González Iñárritu con Leonardo DiCaprio, e vede George Clooney anche nei panni del protagonista Augustine, uno scienziato colpito dal cancro che cerca di impedire a un gruppo di astronauti di tornare sulla Terra dopo che una catastrofe globale ha spazzato via il pianeta. Augustine e una bambina di nome Iris (Caoilinn Springall) sono gli ultimi sopravvissuti.

Gli astronauti sono interpretati da Felicity Jones, David Oleyowo, Tiffany Boone, Kyle Chandler e Demián Bichir.

"Per fare il film non abbiamo scatenato una pandemia né appiccato il fuoco all'intera west-coast" ha scherzato Clooney parlando del suo film post-apocalittico. "Però l'immagine che mostriamo della Terra non sembra molto diversa dalle immagini della costa occidentale diffuse dai satelliti in orbita. È fantascienza, che purtroppo diventa sempre meno fittizia".

Se il paragone con Gravity è facilmente intuibile, quello con The Revenant viene spiegato dall'intervista: a quanto pare Augustine e la bambina saranno costretti "ad avventurarsi attraverso l'aria sempre tossica e lo scioglimento del paesaggio artico per raggiungere un osservatorio che ha un sistema di comunicazioni abbastanza potente da permettergli di comunicare con l'astronave".

"Una delle cose che ho imparato sullo spazio lavorando con Alfonso è che, una volta che sei nel mondo antigravità, non c'è nord e sud o est o ovest, perché non esiste questo concetto nello spazio. Su non è su e giù non è giù. Quindi la camera può essere capovolta, i personaggi possono essere capovolti, ed è difficile da fare, perché ruoti costantemente la camera e la speranza è che a nessuno venga la nausea!"

The Midnight Sky debutterà su Netflix a dicembre. Cliccate sul link della fonte per tante nuove immagini esclusive di Vanity Fair.

Quanto è interessante?
1
George Clooney, le foto del nuovo film The Midnight Sky, Netflix tra Gravity e Revenant