Gambit adesso è più una love story che un film di rapina

Gambit adesso è più una love story che un film di rapina
di

Il produttore e regista Simon Kinberg è tornato a parlare di Gambit e della sua travagliata pre-produzione, concentrandosi sul tono che vedremo, si spera, in sala.

Nel corso di una nuova intervista concessa a Collider, lo stesso Kinberg ha dichiarato che la versione di Gambit che stanno sviluppando attualmente è molto diversa dalla precedente: “Si, è vero. Ci sono elementi in comune, ma il tono è diverso, quasi un sottogenere - che è il tipo di operazione che abbiamo già fatto con i nostri standalone, ovvero creare una sorta di sottogenere al genere cinecomic quando si tratta di film slegati dall’universo condiviso; anche lo stesso Deadpool è più una commedia vietata ai minori e non un semplice cinecomic. Quindi in quest’ottica Gambit si è trasformato nel corso del suo sviluppo insieme a Channing, Reid Carolin e Josh Zetumer come sceneggiatori. È qualcosa che avevamo intenzione di fare, ma attenzione io sono ebreo, quindi non credo a nulla finché non lo vedo proiettato nelle sale. Quindi condivido il cinismo di alcune persona, ma stiamo lavorando davvero sodo sul film”.

In seguito, sul tono del film: “Ha ancora alcuni elementi da film di rapina, questo perché è un ladro, ma è senz’altro una storia d’amore tra Gambit e Bella”.

Sono anni che la Fox fissa date di uscita per Gambit ma è costretta a posticiparle di mese in mese, di anno in anno. Ora sembrava quasi tutto ai nastri di partenza, a giudicare dagli addetti ai lavori, ma la data di uscita fissata dallo studio - giugno 2019 - forse era troppo ravvicinata e improbabile. Secondo Simon Kinberg, produttore del film, le riprese potrebbero partire a gennaio 2019; questo ha portato la Fox ad annunciare una nuova data di uscita ed ora il cinefumetto debutterà nei cinema statunitensi il 13 marzo 2020.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Film in uscita in Homevideo BluRay e DVD li trovi in offerta su Amazon.it.