Gabriele Muccino furioso contro i David di Donatello: "Questa volta l'avete fatta grossa"

Gabriele Muccino furioso contro i David di Donatello: 'Questa volta l'avete fatta grossa'
di

Venerdì 26 marzo sono state rese note le nomination dei David di Donatello 2021. A fare incetta di candidature sono stati Volevo nascondermi, Hammamet e Favolacce, mentre Gli anni più belli si è dovuto "accontentare" delle nomination nelle categorie di Miglior attrice e Miglior Canzone.

Chi non ha proprio digerito le scelte di quest'anno è lo stesso Gabriele Muccino, che oggi ha espresso il suo profondo dissenso rivolgendosi direttamente ai giurati della competizione su Twitter. "Diciamocelo, cari giurati del David di Donatello: questa ennesima volta (è dal 2003 che snobbate il mio lavoro), l’avete fatta grossa. A perdere non sono io, ma la vostra credibilità, smarrita peraltro da tempo. Farò il tifo per Micaela Ramazzotti e Claudio Baglioni" ha scritto il regista.

Qualche ora dopo il primo tweet, Muccino ha poi rincarato la dose criticando la pellicola dei Fratelli d'Innocenzo, premiata lo scorso febbraio con l'Orso d'argento per la miglior sceneggiatura al 70 °Festival di Berlino. Si legge nel post: "Sto provando a guardare da stamattina Favolacce. Non lo sono ancora riuscito a finire. Sarò poco intelligente o cinefilo per comprenderne la grandezza? (Eppur sono di quelli che quando vedono Dogman, chiamano il regista per ricoprirlo di complimenti)."

Lo scorso novembre, Muccino si era detto contrario anche alla scelta di Notturno come candidato italiano agli Oscar 2021.

Quanto è interessante?
5