Molto forte, incredibilmente vicino: la tragedia dell'11 settembre a 20 anni di distanza

Molto forte, incredibilmente vicino: la tragedia dell'11 settembre a 20 anni di distanza
di

A vent'anni di distanza dall'attentato alle Torri Gemelle a New York, La5 mette in programmazione serale alle 21:10 il film Molto forte, incredibilmente vicino che riflette proprio sulla tragedia umana affrontata dai sopravvissuti alle prese con il lutto per le persone care morte tragicamente in quell'evento che ha segnato la nostra epoca.

Nel film, a un anno di distanza dal "giorno più brutto", il giovane Oskar Schell non si dà pace. Suo padre lo ha lasciato con una missione incompiuta, e dopo aver trovato una chiave e un nome ("Black") nell'armadio del genitore, Oskar decide di incontrare tutti i 472 Black di New York City per testare le loro serrature alla ricerca di un ultimo messaggio del padre.

La pellicola è uscita nel 2011, a dieci anni esatti di distanza dal tragico attentato al World Trade Center che ha sconvolto l'America e ha cambiato il nostro modo di concepire il mondo e le guerre per sempre, da quel momento infatti inizierà una nuova e tragica stagione di terrorismo internazionale che purtroppo ancora non ha avuto fine.

Pur avendo ottenuto due candidature ai Premi Oscar dell'anno successivo, quella come miglior film e quella al migliore attore non protagonista per Max Von Sydow, il film non ha ottenuto lo stesso successo da parte di pubblico e critica: gli incassi si sono fermati a poco più di 50 milioni di dollari, che considerato il budget di oltre 40 milioni di dollari, sono a dir poco deludenti. Inoltre, la critica non ha particolarmente apprezzato il film con questo che ha un punteggio su Rotten Tomatoes molto basso, una percentuale del 45% di recensioni positive e un punteggio medio di 5.6 su 10.

La critica più feroce fu quella che Molto forte, incredibilmente vicino fosse un film costruito a tavolino per sbancare gli Oscar /cosa che comunque non fece).

Su queste pagine vi rimandiamo alle 5 curiosità legate a Molto forte, incredibilmente vicino e alla nostra recensione del film con Tom Hanks.

Quanto è interessante?
3