La fiera delle illusioni: il lato oscuro di Cate Blanchett, ve lo raccontiamo in esclusiva

di

Difficilmente casting fu più azzeccato del personaggio interpretato da Cate Blanchett ne La fiera delle illusioni, fra i candidati all'Oscar come Miglior Film usciti sconfitti. L'attrice e il regista, Guillermo Del Toro, si raccontano in esclusiva per noi. Quali gli oscuri segreti dietro quel personaggio? Cate Blanchett a nudo.

Is he a man or beast?”. Citava così il personaggio di Willem Dafoe nel nuovo, grande omaggio al genere noir firmato Guillermo Del Toro, regista di successo e con uno stile inimitabile dietro a successi come Hellboy e La forma dell’acqua. Se quest’ultimo ottenne l’Oscar a Miglior Film nel 2018, per il nuovo di Del Toro è andata male. C’erano molti candidati fortissimi alla statuetta più ambita, fra cui addirittura il giapponese Drive My Car. Eppure, il premio è andato contro ogni previsione a CODA, lasciando gli altri a bocca asciutta.

Ma questa piccola sconfitta non riesce comunque a ridimensionare i contorni del film di Del Toro, che del noir assorbe gli aspetti più conturbanti, ma anche inquietanti e a tratti brutali, in certe scene. Di questa brutalità venata di estrema eleganza, si fa rappresentante il personaggio di Cate Blanchett, che si è raccontata con una nuova featurette resa pubblica in esclusiva dalla redazione di Everyeye. È la voce del regista, di Del Toro, la prima che sentiamo a introdurla: “Cate Blanchett, la presenteremo come una delle grandi signore del cinema di quel periodo” – ci racconta.

Ma è la Blanchett, a offrire lo spaccato più completo del personaggio: “Io interpreto la dottoressa Lilith Ritter, che è una consulente psicologa. Ciò che mi ha davvero coinvolta nell’interpretare Lilith è il fatto che ogni giorno scoprissimo un nuovo oscuro segreto. C’è molta oscurità, un danno notevole, dietro il suo aspetto così immacolato. Immaginavo il rapporto di Lilith e di Stan come una danza della morte. Tanti impulsi distruttivi”. Interviene anche il produttore J. Miles Dale ampliando lo spettro al pregiatissimo cast: “Nella sua scena con Bradley, vedere quei due lavorare, voglio dire, sembrava una battaglia fra titani”.

Nel film, Bradley Cooper interpreta Stanton "Stan" Carlisle, uno spiantato in fuga che, dopo essersi imbattuto in un circo itinerante e aver imparato alcuni numeri di chiaroveggenza, diventa uno dei migliori mentalisti sulla piazza truffando l’alta borghesia in costosi spettacoli dal vivo. Stipulerà un accordo e un’oscura attrazione nei confronti della dottoressa Ritter, ma la sua ascesa dirompente non potrà che fare i conti con gli oscuri segreti che ciascuno di loro serba dentro di sé. Dal 16 marzo è stato distribuito su Disney+ ed è già disponibile anche in home video.

Voi l’avete visto? Che ne pensate? E chi volevate che vincesse l’oscar a Miglior Film? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
3