Fenomeni paranormali incontrollabili, Stephen King detesta il film: ecco perché

Fenomeni paranormali incontrollabili, Stephen King detesta il film: ecco perché
di

Anche se il Fenomeni paranormali incontrollabili di Mark L. Lester del 1984 è rimasto piuttosto fedele al racconto originale, Stephen King non è assolutamente un fan dell'adattamento cinematografico del suo romanzo, e per motivi diversi dalla sua ormai nota avversione per lo Shining di Stanley Kubrick.

Al momento Fenomeni paranormali incontrollabili (Firestarter in originale) è stato opzionato per un nuovo adattamento cinematografico dalla Blumhouse Productions, sceneggiato dal Premio Oscar Akiva Goldsman e con Keith Thomas alla regia, anche se non è chiaro quando inizierà la produzione del progetto.

Con questo in mente, il film originale continuerà ad avere i suoi fan, essendo un piccolo cult di genere pur non essendo considerato una trasposizione di alto livello in generale ma anche tra quelle dello stesso King. E il Re dell'Orrore è d'accordo con chi la pensa in questo modo. Il motivo di tale distacco lo approfondì in un'intervista del 1986 recentemente riemersa in rete, dove lo scrittore parlava del film come di "un'opera insipida, quasi fosse un purè di patate della mensa".

Tra le cose che ha detestato e che lo hanno portato a non amare il film c'era un effetto speciale relativo ai capelli della protagonista, Charlie McGee (Drew Barrymore), che iniziavano a svolazzare in modo incontrollato e senza costrutto ogni qual volta lei utilizzava i suoi poteri paranormali. King dice nell'intervista di aver chiesto al produttore Dino De Laurentis una spiegazione sul perché di quella scelta, senza mai ricevere risposta.

Inoltre per King anche David Keith nel ruolo del padre di Charlie non era un granché, e nell'intervista disse "che aveva gli occhi stupidi". Ha avuto anche problemi con l'interpretazione di Martin Sheen come capo dell'organizzazione malvagia The Shop, ma non a causa di Sheen quanto della maldestra regia di Lester, che crede non abbia valorizzato come doveva la recitazione dell'attore, portando la star a canalizzare semplicemente il suo delirante Greg Stillson dalla precedente interpretazione in The Dead Zone.

King non ha evidentemente alcun problema con il riadattamento di Firestarter.

FONTE: SR
Quanto è interessante?
2