Fast & Furious 7, il finale originale: come è cambiato dopo la morte di Paul Walker

Fast & Furious 7, il finale originale: come è cambiato dopo la morte di Paul Walker
di

La tragica morte di Paul Walker ha costretto gli autori a modificare il finale di Fast & Furious 7, non solo per le problematiche produttive legati all'assenza dell'attore ma anche in vista dei futuri sequel della saga. Vediamo dunque insieme le principali differenze con la versione definitiva uscita nelle sale.

Come rivelato dallo sceneggiatore Chris Morgan, il terzo atto originale ruotava ancora intorno ai membri del team di Dominic Toretto e al loro tentativo di fermare l'Occhio di Dio, un programma in grado di scovare qualsiasi persona sul pianeta. Invece di vedere le loro strade separarsi (letteralmente), tuttavia, Brian e Dom sarebbero rimasti più uniti che mai e in cerca della loro prossima missione di squadra.

"Se ricordo correttamente, i nostri ragazzi finivano per risolvere il problema diventando ancora di più dei fuorilegge, doveva essere più un lieto fine, con un'anticipazione del fatto che avrebbero fatto ancora rapine e colpi insieme" ha spiegato Morgan in un'intervista rilasciata a Collider nel 2017.

I cambiamenti principali non riguardano dunque la trama principale di Fast & Furious 7, che si sarebbe sviluppata pressoché allo stesso modo, ma il ruolo di Brian nel futuro del franchise. Oltre a comparire nei futuri film, il personaggio interpretato da Walker, sempre stando a Morgan, sarebbe comunque rimasto al fianco di Mia e avrebbe continuato a scoprire nuovi aspetti di se stesso.

Vi ricordiamo che il nono capitolo della saga arriverà nelle sale il 12 luglio 2021: qui potete trovare il trailer ufficiale di Fast & Furious 9.

Quanto è interessante?
1