Everything Everywhere all at Once, Ke Huy Quan: 'Lo script parlava di me'

Everything Everywhere all at Once, Ke Huy Quan: 'Lo script parlava di me'
di

Ke Huy Quan è stato lontano dal mondo della recitazione per un bel po': per vent'anni l'ex-star di Indiana Jones e I Goonies ha preferito operare al di fuori del raggio della macchina da presa come coordinatore degli stunt o alla seconda unità. Ma cosa l'ha spinto a tornare in scena per Everything Everywhere all at Once?

Dopo aver raccolto gli elogi di Harrison Ford, l'attore di origini vietnamite ha ripercorso le tappe che lo portarono ad abbandonare la carriera di attore: "Pensavo che avrei avuto una carriera fantastica. È stata dura, aspettavo che il telefono squillasse ma lo faceva molto raramente" sono state le sue parole al riguardo.

Poi Crazy Rich Asians e la voglia di rimettersi in gioco: "Mi piaceva lavorare dietro la macchina da presa, ma cominciai a soffrire di una fortissima FOMO [Fear Of Missing Out, ndr], volevo essere lì con tutti quegli attori asiatici!" Infine la chiamata dei Daniels: "Quando lessi lo script, pensai che parlasse di me perché loro [le varie versioni del suo personaggio] sono me. Capivo ognuno di loro. Non penso che avrei potuto interpretare Waymond se mi avessero proposto il ruolo 10 o 15 anni fa, ma ripensando alla mia vita, a tutti quegli alti e bassi, ho scavato a fondo dentro di me per mettere tutta la mia vita in quei tre personaggi".

L'attesa è stata lunga e sofferta... Ma il risultato sembra esserne decisamente valsa la pena, non trovate? Noi, nel frattempo, vi ricordiamo che Everything Everywhere all at Once tornerà in sala dal prossimo 2 febbraio.

Quanto è interessante?
2