La EuropaCorp di Luc Besson in passivo di 125 milioni di dollari

La EuropaCorp di Luc Besson in passivo di 125 milioni di dollari
di

La EuropaCorp, compagnia di produzione e distribuzione cinematografica fondata da Luc Besson, ha chiuso il bilancio del 2018-19 con un passivo di 125 milioni di dollari, a quanto riporta Deadline. Lo studio ha ottenuto sei mesi di proroga da un tribunale francese per tentare di risanare il bilancio.

Intanto sono in corso anche dei colloqui con il gigante Pathé per l’acquisto di una quota di maggioranza della società.

La situazione critica di EuropaCorp era nota già nei mesi scorsi, soprattutto a causa dei recenti flop al botteghino. I film Valerian e la città dei mille pianeti (qui la nostra recensione) e Anna hanno fatto registrare entrate per 170 milioni di dollari nell’anno che si è concluso lo scorso 31 marzo, in calo del 30% rispetto all'anno precedente, mentre le vendite internazionali hanno generato 60 milioni di dollari, 25 in meno rispetto al 2018. A seguito degli inevitabili tagli al personale per 8 milioni, le spese generali sono così state ridotte a 34 milioni di dollari. Un dato positivo arriva invece dalle serie tv, i cui ricavi sono incrementati dell’8% arrivando a 27 milioni, soprattutto grazie agli ultimi sei episodi della seconda stagione di Taken.

La società ha dichiarato che il debito netto si attesta a 181 milioni di dollari al 31 marzo. Le priorità per il prossimo anno saranno il risanamento dei debiti, la produzione di film d’azione e di fantascienza con budget inferiori e le serie tv, tra le quali una dedicata alla storia del jazz, di cui lo stesso Luc Besson sarà showrunner, e un adattamento dal graphic novel Adèle e l’enigma del Faraone.

FONTE: deadline
Quanto è interessante?
3