Enzo Sciotti, addio al maestro italiano delle locandine cinematografiche

Enzo Sciotti, addio al maestro italiano delle locandine cinematografiche
di

Attraverso un post sull'account Instagram è stata annunciata la morte di Enzo Sciotti, una leggenda dell'illustrazione legata alla cartellonistica cinematografica, un'arte ormai facente parte di un passato ormai lontano a causa dell'avvento della computer grafica dagli anni '90 in poi. Ma i lavori di Sciotti rimangono nel cuore degli appassionati.

Romano, classe 1944, Enzo Sciotti sviluppa già dai 16 anni il proprio talento per l'illustrazione e la passione per il mondo del cinema.
Viene assunto giovanissimo e costruisce una carriera impressionante, diventando un punto di riferimento nel settore e autore di locandine diventate iconiche, tra cui si ricordano in particolare quelle di Velluto Blu - sul nostro sito trovate l'approfondimento con i 20 classici anni '80 da recuperare - Vieni avanti cretino, L'armata delle tenebre e dei film di Lucio Fulci, Quella villa accanto al cimitero e ... E tu vivrai nel terrore! L'aldilà.

"Ciao a tutti gli amici virtuali, da oggi non potrò più farvi vedere i miei manifesti, di cui sono tanto orgoglioso, è stato un piacere e un onore interagire con tutti voi. Io sono volato via e vi tengo tutti nel cuore. Alla prossima vita" si legge nel post su Instagram, con un'immagine del maestro nel suo studio.
Sono oltre tremila i poster realizzati in carriera da Enzo Sciotti, sia a livello nazionale e sia in campo internazionale, contribuendo in maniera fondamentale soprattutto nel successo della commedia all'italiana, uno dei filoni più apprezzati del cinema italiano nel mondo.

Tra i film che hanno avuto l'onore di essere illustrati da Enzo Sciotti anche un cult con Lino Banfi; su Everyeye potete trovare la recensione di L'allenatore nel pallone.

Quanto è interessante?
3