Netflix

Enola Holmes, decade la causa legale contro Netflix

Enola Holmes, decade la causa legale contro Netflix
di

L'incredibile successo di Enola Holmes con Millie Bobby Brown è stato offuscato dopo un paio di settimane dalla sua uscita su Netflix da una causa legale mossa contro l'adattamento cinematografico dalla Conan Doyle Estate per appropriazione indebita dei personaggi creati dall'autore dei romanzi di Sherlock Holmes.

Adesso, a pochi mesi di distanza, veniamo informati che la causa legale è ufficialmente decaduta contro la piattaforma streaming e i produttori della trasposizione cinematografica, che ricordiamo essere tratta dall'omonima serie letteraria di Nancy Springer.

Il problema dell'Estate era relativo allo Sherlock Holmes di Henry Cavill, a loro avviso troppo uguale alla personalità del personaggio di una manciata di libri non di pubblico dominio, perché empatico nei confronti di altre persone. Secondo l'Estate, dunque, Netflix e Legendary Pictures avevano violato il copyright.

La causa è però stata alla fine archiviata per "pregiudizio" con accordo di entrambe le parti coinvolte. Questo vuole dire che è la fine definitiva della causa citata, che non potrà essere più impugnata né appellata in futuro.

E questo significa che il sequel di Enola Holmes potrà accadere senza problematiche ulteriori e con Henry Cavill ancora nei panni di Sherlock Holmes.

Fateci come sempre sapere cosa ne pensate della notizia nella sezione commenti in calce all'articolo.

Quanto è interessante?
2