Elvis: Austin Butler è stato ricoverato in ospedale al termine delle riprese

Elvis: Austin Butler è stato ricoverato in ospedale al termine delle riprese
di

Elvis vedrà come protagonista Austin Butler nel ruolo del re del Rock 'n Roll. Le riprese della pellicola sono iniziate nel gennaio 2020 e, a causa dei ritardi causati dal COVID-19, non sono terminate fino a marzo 2021. Una volta concluse però, Butler è stato ricoverato in ospedale. Vediamo cos'è successo.

Baz Lurhmann si è avventurato nel regno televisivo diversi anni fa per realizzare la breve serie Netflix The Get Down, ma per quanto riguarda il cinema il suo ultimo film risale al 2013, ovvero Il grande Gatsby. Questa pausa di quasi un decennio terminerà finalmente quest'estate con l'uscita del suo attesissimo biopic, di cui abbiamo potuto avere un assaggio nell'ultimo trailer di Elvis.

La star della pellicola, Austin Butler, ha recentemente rivelato a GQ che il ruolo di Elvis Presley è stato così fisicamente estenuante che il suo corpo si è "ribellato" una volta completate le riprese principali. L'attore ha spiegato:

"Il giorno dopo mi sono svegliato alle quattro del mattino con un dolore lancinante, e sono stato portato d'urgenza in ospedale... Il mio corpo ha iniziato a spegnersi il giorno dopo aver finito Elvis".

Una volta in ospedale, ad Austin Butler è stato diagnosticato un virus che simula l'appendicite e la star ha trascorso una settimana bloccata a letto. Fortunatamente, non sembra che questi problemi di salute siano persistiti in seguito e ormai è trascorso più di un anno dopo il termine delle riprese. Tuttavia, terminare così la sua interpretazione di una delle più grandi icone delle musica non dovrebbe essere stato piacevole.

Per finire, vi lasciamo con le parole della nipote della Rock Star, Riley Keough, che non voleva essere nel film di Elvis.

Quanto è interessante?
2