Ellen Page racconta di quando Brett Ratner fece commenti omofobi sul set

di

La giovane e talentuosa attrice Ellen Page, qualche anno fa, ha confermato di essere gay ma, quando era molto più giovane, era una ragazza insicura e che ancora stava cercando di capire quale fosse il suo orientamento sessuale.

A complicarle le cose ci fu Brett Ratner, attualmente coinvolto in un caso di molestie sessuali nei confronti di svariate donne dello spettacolo, il quale fece dei commenti poco carini e omofobi su di lei sul set - ironia - di X-Men - Conflitto finale, un cinecomic che è praticamente un inno al diverso e all'accettare il prossimo in qualunque modo egli sia.

"Prima di iniziare a girare X-Men - Conflitto finale - avevo diciott'anni -, guardò una donna della crew che era accanto a me, puntò il dito contro di me e disse 'dovresti scopartela cosi capirebbe che è gay'. Era il regista del film, Brett Ratner" a raccontarlo è Ellen Page in una lunga lettera-sfogo contro Ratner e tutto il male che c'è nell'industria Hollywoodiana "Era una giovanissima donna che non aveva ancora capito chi fosse. Sapevo che ero gay ma, per intenderci, ancora non lo sapevo. Mi sono sentita violata. Ho guardato in basso, non ho detto una parola né guardato nessun'altro. Quest'uomo, che mi aveva ingaggiata, aveva iniziato il mese prima delle riprese con questa uscita orribile. Mi ricordo anche di una donna che passò davanti al monitor sul set e lui fece dei commenti sulla sua vagina".

"Un giorno litigai con Brett. Insisteva nel farmi indossare una t-shirt con scritto 'Team Ratner'. Ho detto di no, ma insisteva. Cosi gli ho detto 'non sono nel tuo team'" spiega "Quel giorno i produttori vennero al mio trailer dicendomi che non potevo parlargli in quel modo. Mi rimproverarono ma non cacciarono o punirono quell'omofobico. Ero un'attrice misconosciuta. Avevo diciott'anni e non sapevo come difendermi".

La Page continua raccontando altri aneddoti piuttosto orribili capitati nel corso della sua carriera e conclude dicendo "Ho fatto un film di Woody Allen in vita mia ed è uno dei più grandi rammarichi della mia carriera. Mi vergogno di averlo girato. Mi sono sentita sotto pressione perché 'devi dire di sì ad una pellicola di Woody Allen'. E' una mia scelta decidere quali film girare e in quel caso ho fatto la scelta sbagliata. Ho fatto un terribile errore".

FONTE: Ellen Page
Quanto è interessante?
7