Donald Trump si scaglia contro Hollywood: "è razzista".

Donald Trump si scaglia contro Hollywood: 'è razzista'.
di

Donald Trump continua a scagliarsi contro le industrie dell’intrattenimento. Questa volta è il turno del mondo del cinema, nello specifico Hollywood, che il presidente americano ha definito senza mezzi termini “razzista”.

Alcuni reporter presenti davanti alla Casa Bianca, hanno chiesto a Trump cosa pensasse dei recenti atti di violenza che hanno colpito la nazione (riferendosi in particolare in particolare alle stragi di Dayton ed El Paso) e se la sua retorica provocatoria avesse avuto un qualche ruolo nel surriscaldare gli animi. “Parlate di razzismo. Hollywood è razzista”, ha replicato il presidente, cambiando le carte in tavola. “Quello che stanno facendo, con il tipo di film in uscita, è davvero pericoloso per il nostro paese. Hollywood sta compiendo un tremendo disservizio alla nostra nazione”.

Trump, però, non ha spiegato a quali film si riferisse nello specifico e si è limitato a insistere sulla presunta pericolosità esercitata dalle pellicole di questi ultimi anni. In particolare, Trump si sente attaccato dalle compagnie che operano a Hollywood, come ha specificato poi in una serie di tweet. “Gli piace chiamarsi elite, ma non sono l’elite. Infatti, le persone contro cui si oppongono con tanta forza sono spesso le elite”. In più ha aggiunto: “i film in uscita sono fatti per creare caos. Sono loro a creare la violenza e poi incolpano gli altri. Sono i veri razzisti e fanno del male alla nostra nazione”.


Sempre in tema di violenza, Trump ha parlato dei videogiochi come un mezzo pericoloso, portando avanti un pregiudizio che continua a perpetuarsi in diverse sfere della società, come dimostrato anche dal provvedimento di Walmart, che sembra sia in procinto di smettere di pubblicizzare ogni prodotto di intrattenimento che mostri scene violente, ma allo stesso tempo continua a vendere armi.

FONTE: The Wrap
Quanto è interessante?
3