Dolittle: il flop causato dalle riprese aggiuntive di Universal?

Dolittle: il flop causato dalle riprese aggiuntive di Universal?
di

Secondo quanto riportano alcuni media americani, la maggior parte delle scene peggiori di Dolittle sono state il risultato delle riprese aggiuntive e dei tentativi di Universal di rendere più adatta ai bambini l'avventura fantasy con Robert Downey Jr., di nuovo sullo schermo a distanza di quasi nove mesi dalla sua ultima apparizione.

Dopo aver lasciato il ruolo di Tony Stark, probabilmente Robert Downey Jr. sperava di tornare al cinema con un film di maggior successo. Cosa che certamente non sta capitando con Dolittle. Il film è una rivisitazione del personaggio del Dottor Dolittle, creato da Hugh Lofting nel 1920, che vede Downey Jr. impegnato in un viaggio per mare alla ricerca di un'isola mistica, per trovare una cura che possa salvare la regina Victoria (Jessie Buckley), gravemente malata.

Costato 175 milioni di dollari, Dolittle ha fatto collezione di recensioni negative, incassando solo 22,5 milioni di dollari nel suo primo week-end di programmazione.
Universal avrebbe ordinato tre settimane di riprese aggiuntive nel tentativo di rendere il film più leggero e più propenso ad attecchire tra il pubblico giovane e straniero.
Tra queste scene anche quella più criticata, dove Dolittle estrae diversi oggetti dal retto di un drago, che finisce con quest'ultimo che produce una gigantesca flatulenza proprio in direzione del protagonista.
Una delle tante scene che sono state considerate ridicole dalla stampa, che non ha perdonato nulla al film.
Il debutto flop ai botteghini americani pare sia stato solo il primo passo verso una debacle totale. Oltretutto il film potrebbe perdere circa 100 milioni di dollari, secondo le ultime proiezioni d'incasso.

FONTE: Screenrant
Quanto è interessante?
3