Marvel

Doctor Strange 2, Sam Raimi: 'Dopo Spider-Man 3 non sapevo se accettare'

Doctor Strange 2, Sam Raimi: 'Dopo Spider-Man 3 non sapevo se accettare'
di

I fan Marvel saranno sempre grati a Sam Raimi per due dei migliori film su Spider-Man che il mondo del cinema ricordi: la deludente chiusura della trilogia resta però una macchia indelebile sul rapporto del nostro con la fanbase, al punto da spingere il regista ad esitare davanti all'offerta di dirigere Doctor Strange in the Multiverse of Madness.

A parlarne, mentre sul web si moltiplicano i presunti leak di Doctor Strange in the Multiverse of Madness, è stato lo stesso Sam Raimi, che ha spiegato i motivi che l'hanno infine spinto ad accettare l'offerta di prendere le redini del film con Benedict Cumberbatch.

"Non sapevo se fossi in grado di affrontare di nuovo una cosa del genere, essere il regista di Spider-Man 3 è stato orribile. Internet era su di giri, alla gente il film non era piaciuto e la gente me l'aveva certamente fatto sapere. Quindi riprendere è stato difficile. Pensai: 'Chissà se posso ancora farlo'. Ma questo genere di film è ancora molto richiesto. Quindi mi dissi: 'Beh, questa è tutta la motivazione che mi occorre'. E poi mi è sempre piaciuto il personaggio di Doctor Strange" sono state le parole del regista.

Credete che il buon Sam possa farsi perdonare il passo falso compiuto con Spider-Man 3? Diteci la vostra nei commenti! Nei giorni scorsi, intanto, Sophia Di Martino ha aperto ad un team-up con Wanda in Doctor Strange 2.

FONTE: thewrap
Quanto è interessante?
4