Doctor Strange 2, perché non abbiamo visto più membri degli X-Men? Parla Michael Waldron

Doctor Strange 2, perché non abbiamo visto più membri degli X-Men? Parla Michael Waldron
di

Lo sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia Michael Waldron torna a parlare del film, e risponde a una delle domande che si stanno facendo in molti ormai: perché nel film non abbiamo visto un gran numero di X-Men, nonostante le possibilità fornite dal Multiverso?

Continua il press tour del sequel Marvel con protagonista Benedict Cumberbatch, come anche il successo al botteghino di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, e non mancano i quesiti a cui lo sceneggiatore del film Michael Waldron è chiamato a rispondere.

E se nelle scorse ore si parlava di fanservice in Doctor Strange 2, adesso ci si chiede un po' l'opposto, per così dire... Ovvero, perché non abbiamo visto altri membri degli X-Men oltre al Professor X?

"Sì, abbiamo parlato di House of M, e ci sono tantissimi esempi di Wanda che compie degli atti poco onorevoli per riprendersi i suoi figli. Ma alla fine la storia non aveva bisogno dei mutanti per essere efficace, credo sia stato così che l'abbiamo percepita" ha spiegato Waldron.

"E sapete, anche per un discorso di timeline all'interno del MCU, non ci è sembrato che fosse questo il momento giusto per introdurli, anche perché poi sarebbe girato tutto intorno ai mutanti. E questo era un film su Wanda e il suo dolore, la sua discesa nell'oscurità" ha concluso.

E voi, vi trovate d'accordo? Fateci sapere nei commenti.

Quanto è interessante?
2