La Disney ha perso 170 milioni per via di Dark Phoenix, la Fox sarà ridimensionata

La Disney ha perso 170 milioni per via di Dark Phoenix, la Fox sarà ridimensionata
INFORMAZIONI FILM
di

Non solo gioie per la Disney: nella stessa comunicazione ad azionisti e investitori nella quale si è ufficializzato il record da 8 miliardi di incasso totale al botteghino del 2019, Bob Iger ha anche segnalato ingenti perdite a causa di X-Men: Dark Phoenix.

L'ammontare di tali perdite è stato registrato intorno ai $170 milioni di dollari, trascurabili se confrontate con il fatturato dell'azienda ma comunque talmente significative da spingere la Disney ad un ridimensionamento della Fox.

"I risultati dello studio cinematografico Fox sono stati parecchio inferiori a quelli di qualche tempo fa, e anche molto al ribasso rispetto a quello che speravamo sarebbero stati quando abbiamo acquisito la compagnia" ha dichiarato Iger. "Alan Horn e Alan Bergman stanno lavorando insieme ad Emma Watts per tagliare il numero di film prodotti dallo studio, concentrandosi esclusivamente su quelle pellicole che ci aspettiamo abbiano successo."

Come facilmente prevedibile, la strategia posizionerà la 20th Century Fox sullo stesso piano delle altre sottodivisioni della Disney, come Marvel Studios, Lucasfilm, Pixar, Disney Animation e Walt Disney Studios.

Secondo l'Hollywood Reporter, L’obiettivo dovrebbe essere quello di realizzare una decina di film all’anno, metà dei quali finirà direttamente sulla piattaforma streaming Hulu, compresa nel pacchetto Disney+. La Watts, tra i pochi dirigenti Fox che hanno conservato il posto dopo la fusione delle due compagnie, sta per chiudere un nuovo contratto con la Disney che le garantirà una posizione di maggior rilievo: supervisionerà infatti lo sviluppo di franchise consolidati come Avatar, Il Pianeta delle Scimmie e Kingsman, così come l’uscita di film originali come Ford v Ferrari, Free Guy, Assassinio sul Nilo, West Side Story.

Iger ha spiegato che la strategia per ridurre le perdite della Disney dopo l’acquisizione della Fox sarà a lungo termine:

"Ci vorranno circa due anni prima che la nostra strategia abbia un impatto sui film attualmente in produzione, e ovviamente ci vorrà ancora più tempo per lo sviluppo di nuovi progetti originali. Ma siamo fiduciosi sul fatto che la divisione live action della Fox tornerà a splendere come una volta, i risultati si inizieranno a vedere nel giro di un paio d’anni. È stata una transizione molto difficile."

Ricordiamo che la Fox nel 2019 è andata piuttosto male al box office: ad oggi si trova al settimo posto, addirittura dietro alla Lionsgate.

FONTE: HR
Quanto è interessante?
6