Disney presa di mira dai Repubblicani, Biden: 'Assalteranno il castello di Cenerentola?'

Disney presa di mira dai Repubblicani, Biden: 'Assalteranno il castello di Cenerentola?'
di

Non si placano le polemiche relative alla legge ormai conosciuta dai più come Don't Say Gay Bill, che in Florida vieterà agli insegnanti delle scuole di Stato di parlare ai propri alunni di qualunque argomento relativo ad omosessualità e dintorni: sotto attacco, com'è noto, è finita anche Disney, presa di mira dal Partito Repubblicano.

Nonostante molte critiche siano arrivate anche dal fronte opposto per la poca decisione mostrata nell'opporsi alla legge (anche una produttrice Marvel ha aspramente criticato Bob Chapek di recente), le frange più estreme dei Repubblicani, aizzate anche da alcuni esponenti politici, si sono espresse con toni decisamente accesi nei confronti della pur timida presa di posizione di Disney.

A difendere la House of Mouse, in queste ore, è dunque stato il presidente degli Stati Uniti in persona: "Avreste mai pensato che nel 2022 saremmo stati in una situazione... Stiamo parlando di bandire dei libri dalle scuole! Cosa accadrà ad un bambino gay, ad un bambino LGBTQ a scuola? Ora anche questa cosa [il riferimento è alla decisione del governatore della Florida di tassare ulteriormente Disney World]. Finiranno per assaltare il castello di Cenerentola prima che tutto ciò sia finito" sono state le parole di Joe Biden.

Vedremo quali saranno le prossime evoluzioni di una vicenda decisamente spinosa: qualche tempo fa, vi ricordiamo, anche i lavoratori Disney scioperarono per protestare contro la legge promossa in Florida.

FONTE: deadline
Quanto è interessante?
3