INFORMAZIONI FILM
di

Alcuni dei contenuti presenti nel catalogo di Disney+ risalgono a più di 90 anni fa, è il caso per esempio dei primi corti animati dedicati a Mickey Mouse, e nei mesi scorsi si era parlato della possibilità di eliminare alcune scene controverse presenti nei vari titoli.

Secondo quanto riportato da CinemaBlend, però, la Casa di Topolino ha deciso di "rimediare" alla questione con un altro metodo. Guardando l'anteprima di Dumbo, notiamo infatti la presenza di un disclaimer: "Questo programma è presentato per come è stato creato originariamente. Potrebbe contenere delle rappresentazioni culturali obsolete."

Il classico animato del 1941 è stato criticato in passato per due sequenze in particolare: la "Song of the Roustabouts" in cui dei lavoratori afro-americani montano il circo mentre cantano della loro mancanza di istruzione, e la scena che mostra un gruppo di corvi dall'accento Jive, il quale capo viene chiamato Jim Crow. Le scene in questione come detto non sono state rimosse.

Il disclaimer, fa notare il report, è presente anche in diversi altri titoli del servizio tra cui i corti di Mickey Mouse, nonostante alcuni di essi non contengano sequenze particolarmente problematiche. Sembra che la Disney abbia infatti deciso di avvertire gli spettatori riguardo ai contenuti più datati.

Disney+ è disponibile negli Stati Uniti da oggi, ma per l'arrivo in Italia dovremo attendere il prossimo 31 marzo. Nel frattempo è però uscita la prima puntata della prima attesa serie di Star Wars: leggete le nostre prime impressioni su The Mandalorian.

Quanto è interessante?
7
Alcuni titoli di Disney+ potrebbero contenere 'rappresentazioni culturali obsolete'