Directors Guild Awards 2019, Bradley Cooper e Alfonso Cuarón tra i nominati

Directors Guild Awards 2019, Bradley Cooper e Alfonso Cuarón tra i nominati
di

La stagione delle premiazioni continua ad arricchirsi ogni giorno con nuove nomination di rispettivi eventi calendarizzati in questo periodo. Oggi è il turno delle candidature dei Directors Guild Awards, riconoscimento consegnato direttamente dalle mani del sindacato dei registi americani, la Directors Guild of America.

Il sindacato, a tal proposito, ha nominato Alfonso Cuarón per Roma, Bradley Cooper per A Star Is Born, Spike Lee per BlacKkKlansman, Adam McKay per Vice – L’uomo nell’ombra e Peter Farrelly per Green Book. Cooper, inoltre, ha ricevuto una nomination per via del suo debutto alla regia, una candidatura riconosciuto anche a Bo Burnham per Eighth Grade, Carlos Lopez Estrada per Blindspotting, Matthew Heineman per A Private War e Boots Riley per Sorry to Bother You. Ricordiamo che ben cinque anni fa il regista messicano Cuarón ottenne questa importante vittoria per la pellicola Gravity, lungometraggio la cui regia gli valse anche il premio Oscar.

Circa l’80% delle candidature ai Directors Guild Awards si è tradotta negli ultimi anni in una nomination per la corsa agli Oscar, per cui si può legittimamente dire che questo evento rappresenta a conti fatti un evidente indicatore per la rispettiva categoria per gli Academy Awards. I Directors Guild Awards verranno celebrati il prossimo 2 febbraio, giorno in cui saranno annunciati i vincitori a seguito della votazione dei 17mila membri votanti.

Qui di seguito tutti i registi nominati ai Directors Guild Awards 2019:

Quanto è interessante?
4

Gli ultimi Film in uscita in Homevideo BluRay e DVD li trovi in offerta su Amazon.it.