Detective Pikachu, lo sceneggiatore spiega perché Mewtwo è sempre stato un must have

Detective Pikachu, lo sceneggiatore spiega perché Mewtwo è sempre stato un must have
di

Mentre Detective Pikachu punta a superare Warcraft come miglior incasso per un cinemagame, torniamo a parlare dell'adattamento live-action dei Pokémon diretto da Rob Letterman, ancora una volta grazie al co-sceneggiatore Benj Samit, che ha spiegato a Comicbook.com perché Mewtwo è sempre stato un must have nella sceneggiatura.

Lo sceneggiatore è sceso molto nel dettaglio del personaggio e del perché era necessario averlo, non per forza per una questione di adattamento del videogioco, dove Mewtwo è presente e ha un ruolo fondamentale, ma anche per diversi altri elementi a lui legati. Dice Samit:

"Penso che Mewtwo sia un personaggio estremamente interessante e complicato. Volevamo catturare questo suo aspetto etereo, la sua visione del mondo, il suo punto di vista. È un pokémon che ha forse molta più conoscenza di qualsiasi altra forma vivente sul pianeta. Ha vissuto molte esperienze. Il suo potere è fuori scala. Sentivamo quasi ci fosse una sorta di attaccamento, una qualche prescienza degli avvenimenti, e mentre scrivevamo i suoi dialoghi pensavamo che Mewtwo dovesse come conoscere presente, passato e futuro, essere complesso ed ermetico più di qualsiasi altro personaggio. Lui può fare cose inimmaginabili per i nostri protagonisti, e scrivendolo abbiamo pensato proprio a questo, a come renderlo superiore, per così dire".

Vi è piaciuto Mewtwo in Detective Pikachu? Se volete, leggete anche il nostro speciale sui migliori film tratti dai videogiochi.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4