Delitti inquietanti, il film venne modificato perché non era abbastanza "da Steven Seagal"

Delitti inquietanti, il film venne modificato perché non era abbastanza 'da Steven Seagal'
di

Questa sera su Rai 4 va in onda Delitti inquietanti, thriller d'azione del 1996 diretto da John Gray che vede come protagonista Steven Seagal nei panni di un detective di New York. Quello che forse non sapete, però, è che il film ha subito un processo produttivo piuttosto travagliato.

Nonostante fosse stato pensato come un action di più ampio respiro, simile per ambizioni a L'ultimo boy scout di Tony Scott, Warner Bros. decise infatti di eliminare diverse scene d'azione per ridurne significativamente il budget: tra queste rientrano un incontro tra il protagonista Jack Cole e una SWAT, l'esplosione della barca di Campbell, il quale avrebbe vissuto su una casa galleggiante invece che in un appartamento, e una sparatoria finale al Los Angeles Museum.

Una volta terminate le riprese, tuttavia, lo studio mise mano al montaggio per aumentare il ritmo della pellicola e renderlo in questo modo un "normale film di Steven Seagal". In questo procedimento, furono tagliati diversi scambi comici e drammatici tra Cole e Campbell (Keenen Ivory Wayans) e gran parte delle scene dedicate alla moglie di Cole, Jessica (Michelle Johnson).

Nel film, lo ricordiamo, Seagal interpreta un ex agente governativo richiamati per indagare su una serie di omicidi attribuiti ad un serial killer. Affiancato da un agente locale, l'uomo sospetta che alcuni di questi delitti non siano opera del maniaco, ma abbiano un'altra matrice di portata internazionale.

Per altre curiosità, vi rimandiamo alla volta in cui Seagal fece infuriare Ronda Rousey.

Quanto è interessante?
2