David di Donatello, Checco Zalone dopo la vittoria: 'Se sapevo di vincere venivo!'

David di Donatello, Checco Zalone dopo la vittoria: 'Se sapevo di vincere venivo!'
di

In quest'edizione dei David di Donatello dominata dall'asso pigliatutto Volevo Nascondermi (ben 7 premi per il film con Elio Germano) a spiccare è stata sicuramente anche la vittoria nella categoria Miglior canzone di Immigrato, il pezzo con cui Checco Zalone presentò il suo ultimo film Tolo Tolo.

Immigrato arriva dunque davanti a concorrenti decisamente più quotate, su tutte quella Io Sì con cui Laura Pausini ha trionfato agli scorsi Golden Globe e ottenuto una candidatura agli ultimi Oscar: una vittoria a cui lo stesso Luca Medici sembrava non credere, come ammesso candidamente in collegamento con i David.

"Se sapevo di vincere venivo! Ho vinto ma niente, non gliene frega niente a nessuno, sono tutti a dormire" sono state le parole del comico, che ha poi tentato di comunicare la notizia al resto della famiglia senza però ricevere risposta. Diplomatica Laura Pausini nell'accettare la sconfitta: "Vi ringrazio per avere pensato alla candidatura di questa canzone, della nostra canzone, non è solo mia. [...] Per me è strano essere qui, in mezzo a tanti attori importanti del mio Paese. Il posto dove me la faccio più sotto continua ad essere l'Italia, infatti ho tremato più stasera che agli Oscar. Meglio così. Vuol dire che sono italiana, che sono felice di essere italiana e che mi cago sotto in Italia".

Qualcuno, invece, la diplomazia l'ha messa da parte ormai da un bel po': Gabriele Muccino, infatti, ha definitivamente rotto con l'Accademia dei David di Donatello dopo l'esclusione del suo Gli Anni Più Belli.

Quanto è interessante?
3